lunedì 3 dicembre 2012

L'isola, la fiction con gli effetti poco speciali



Come sempre quando c'e' una nuova fiction in programma guardo la prima puntata per non perdermi una possibile bella storia. E cosi eccomi qui a seguire la prima puntata della fiction RAI "L'isola" con Blanca Romero, Marco Foschi, Andrea Giordana, Irena Goloubeva, Simone Montedoro e Alexandra Dinu. Dopo i primi minuti pero' inizia la mia delusione, la scena prevede due delfini in una vasca di vetro, sono stati curati da Luca (Marco Foschi) e come regalo di nozze per la sua Tara (Blanca Romero) vengoni liberati sulla spiaggia. Peccato pero' che i delfini non sono reali, sono disegnati con il computer e anche la scena della loro liberazione e' stata maldestramente ricreata digitalmente, e non serve l'occhio di un esperto per capirlo, se ne e' accorto anche mio figlio di 9 anni. 
Ho dovuto insistere un po' perche' non si cambiasse canale, ho cercato di giustificare la scelta, a mio parere poco felice, spiegando che forse per non utilizzare dei delfini veri hanno preferito usare la tecnologia. 
E invece no, il peggio doveva ancora venire, le immagine da lontano della piattaforma in mezzo al mare su cui lavora Luca sembrano un cartone animato, a dir poco imbarazzanti, quando poi la piattaforma viene fatta esplodere si sfiora quasi il ridicolo, tutto creato al computer e neanche tanto bene. A questo punto mi sono imposta di guardare tutta la puntata, sara' probabilmente l'unica che guardero non penso proprio di poter reggere altri episodi, e la poca cura dei dettagli per non parlare della scarsa attenzione per i dialoghi mi hanno definitivamente convinto. Forse si pensa che lo spettatore non si accorge che, per fare un esempio, la scatola nera dell'aereo precipitato, che dovrebbe essere arancione con delle bande catarifrangenti, e' invece nera con delle bande gialle. Basta fare una breve ricerca su google per sapere che si chiama "nera" ma nera non e'. Come se non bastasse in una scena in cui la scatola e' al centro dell'attenzione, cambia colore tra un'inquadratura e l'altra, prima tutta nera con le bande gialle, poi con un lato arancione scuro senza bande, e di nuovo tutta nera con le bande!!!! Un po' di attenzione in piu' non guasterebbe.
Il resto per me e' di poco interesse, la storia non e' nuova, non mi lascia quella curiosita' che mi fa desiderare di vedere le prossime puntate.



Cristina Richiardi