martedì 30 aprile 2013

Pre Cannes Film Festival 2013 a Londra



L'evento Pre-Cannes Film Festival di Londra e' arrivato alla sua terza edizione. Lo scopo di questo evento e' quello di promuovere i professionisti dell'industria cinematografica che stanno andando a Cannes, ma e' anche frequentato da molti professionisti che lavorano nel mondo cinematografico che non necessariamente andranno al Festival di Cannes.

Cardboard Citizens, un ente di beneficenza britannico che aiuta le persone senza fissa dimora e travagliate nelle arti dello spettacolo è stato invitato a prendere parte alla manifestazione.

L'evento si terra' giovedi 2 Maggio 2013 al No5 CAVENDISH SQUARE, W1G 0PG, LONDON, UK.

Biglietti in vendita SANGHAMITRA PROMOTIONS

Il programma dell'evento:

DRINKS PRESS RECEPTION (1mo piano):

5:30PM; press reception per press/ VIPs

7:30PM: Press e invitati, drinks reception con accompagnamento al piano di Paul Wiffen e Fabio Tedde.

FILM SOCIAL NIGHT HOSTED BY RICHARD KAYS (main floor):

9:00PM: la specialista del marketing, KATHY ENNIS apre la serata parlando di "pitching strategies". Q/A

9:20PM: da LA la produttrice CHRISTIE HSIAO di SERENITY MEDIA GROUP, autrice di "JOURNEY TO RAINBOW ISLAND". Seguiranno domande e risposte con l'autrice.


9:40PM: VICKY MCKELLER, attrice e produttrice teatrale.

9:55PM: Gentiane Piovanacci direttamente da Cannes, Francia, co-fondatrice di OFF DE CANNES, e editrice di  MAMARAZZI.

10:10PM: dalla Spagna Mac Chakaveh, presidente del Marbella Film Festival annuncera' una nuova cooperazione con New World Films

10:20PM: gran finale con il celebre regista Howard J Ford che annuncera' il suo annuale GRAN TORINO CRUISE verso Cannes e la possibilita' per qualcuno di unirsi a lui!

10:30PM: PROIEZIONI

"SOMEBODY TO LOVE" by Braine Hownd Films
"CAVIAR 2" by Beluga Films
"COLONEL BADD" by Tiger Films
e
"UNSPOKEN" by Sunny King "KIR ROYALE" by Beluga Films




11:00PM: chill-out music DJ by Nicolas Poletti e party con musica by ibringtunes per finire!

DRESS CODE: vestite per impressionare! Questo è un evento RED CARPET girato da DFL media,FASHION ONE e altri canali e televisivi presenti.


Con la speciale partecipazione di alcune celebrita' come Carol Cleveland (Monthy Pythons), Patricia Inder (legata a John Lennon e Lemmy dei Motorhead) e il regista Howard J Ford (The Dead, e The Dead 2). Johnathan Hansler, Catherine Balavage, Zoe Griffin autore del libro "Get Rich Blogging", Andrea Iervolino giovane produttore di successo italiano.


Pre Cannes Festival sponsored by The Tall Blond & The Queen Vodka, Rod Medellin Spirits, De Bleu Champ, Wild Cat Energy Drinks, Think Drink, Black River luxury chocolate, mypinkcakes, Delights of Italy. Press goodie bags sponsored by The Huge. Confirmed Press & TVssponsors: UNIVERSAL FILM MAGAZINE, MOVIE MONEY *new* magazine, FROST MAGAZINE, MULTI MEDIA MOUTH, DE MAGAZINE, MAMARAZZI, LIVE LIKE A VIP, URBAN COCO MAGAZINE, FASHION ONE, PLANET FASHION TV. Special thanks to DFL MEDIA, SANGHAMITRA PROMOTIONS & N5. Cardboard Citizens UK Charity in attendance.


** No foto o video consentiti senza precedente accordo.


C.R.


lunedì 29 aprile 2013

Si replica CHERRY DOC’S di David Gow, per la regia di Antonio Serrano‏



CHERRY DOC’S
di David Gow
regia di Antonio Serrano
con Antonio Bonanotte – Pierfrancesco Ceccanei

Torna in scena dopo il grande successo riscosso un mese fa al Teatro dei Conciatori dal 3 al 12 Maggio 2013, CHERRY DOC’S di David Gow, per la regia di Antonio Serrano. Protagonisti: Antonio Bonanotte e Pierfrancesco Ceccanei. A seguito nelle numerose richieste, la direzione del teatro ha deciso di riproporre uno degli spettacoli di maggio successo della stagione. 

La scena è quella di un processo. A dominarla sono solo in due: forma dialettica perfetta. La tensione che pervade il testo segue il crescendo dettato dal ritmo incalzante delle battute, quasi un ritmo di jazz, in cui le due voci, dissonanti all'inizio, pian piano si accordano e avvicinano su note armoniche: i monologhi iniziali cedono il passo a battute sempre più brevi che ospitano la voce dell'altro, danno spazio alla sua prospettiva.


E' assecondando questo ritmo che è costruita la regia di un testo scritto – come dichiara l'autore – "senza preoccuparsi di non urtare la sensibilità di qualcuno": un testo che mostra quanto siano fragili i confini tra buoni e cattivi. Un vero gioco delle parti, dove i personaggi sono lasciati in bilico tra reale natura personale e ruolo sociale, limes sottile che tiene in scacco ciascuno di noi. Non a caso la scena rappresenta una grande gabbia: reale luogo di detenzione del naziskin ma anche metafora della prigione in cui sono rinchiusi entrambi, quella dei loro (e dei nostri) demoni... 

Il complesso rapporto tra Mike, un giovane skin head accusato dell'omicidio di un pakistano e Dan, l'avvocato ebreo chiamato a difenderlo, è il fulcro di "Cherry Docs", dell'americano David Grow. Un testa a testa, un gioco a due voci che si intrecciano a suon di battute lapidarie, chiare e stentoree. Sette giorni, sette scene, sette momenti in cui i protagonisti saranno costretti a confrontarsi con le proprie paure, le contraddizioni e le convinzioni più profonde. Da una parte la fede in un ideale di purezza da difendere a tutti i costi (le "cherry docs" del titolo sono gli anfibi "da battaglia" di Mike), dall'altra quella nei principi della religione di un popolo perseguitato proprio in nome di quella purezza; da una parte l'estrema intolleranza, dall'altra i supposti convincimenti liberali. Contrapposizioni nette, almeno in apparenza. Fino a che le certezze di entrambi non perdono forza e consistenza, minate dal gioco dialettico di cui i due sono allo stesso tempo protagonisti e vittime.





Teatro dei Conciatori 

Via dei Conciatori 5 00154 Roma 

Dove siamo: (clicca qui per vedere la mappa) 

Per prenotazioni: tel 0645448982 – 0645470031 

Costo biglietti: intero 15 euro, ridotto 12 euro; tessera associativa 2 euro.

Orario spettacoli: martedì, mercoledì venerdì e sabato ore 21,00 – giovedì e domenica ore 18,00
Riduzioni per gli studenti universitari, gli over 65, tutti coloro che si presentano in teatro come lettori di Saltinaria.it e Mercuzio per gli abbonati metrebuscar e per tutti coloro che presentano un biglietto atac obliterato in giornata. 

info@teatrodeiconciatori.it -




http://www.teatrodeiconciatori.it

IL TEATRO E’ PATROCINATO DAL MUNICIPIO XI

 

Ufficio stampa Teatro dei Conciatori                     

Maya Amenduni mayaamenduni@gmail.com +393928157943

martedì 23 aprile 2013

Niki Giustini: a muso duro, ma su una cyclette!


Oggi la nostra redazione intevista Niki Giustini, il simpatico comico, attore e presentatore televisivo, noto al piccolo schermo per le sue interpretazioni al fianco di Carlo Conti, Graziano Salvadori, Leonardo Pieraccioni  e Giorgio Panariello in Vernice Fresca, passando diversi anni in Rai, con Gerry Scotti e Raffaella Carrà, e al cinema e che vedremo ad ottobre nella fiction TV di Pupi Avati "Un matrimonio", per Rai Uno.

Come mai sei nato in Irlanda? C'è nel tuo dna toscano, una particella irlandese rimasta dentro di te?

Sono nato in Irlanda da genitori italiani, mio padre era uno dei maestri vetrai e lavorava nelle cristallerie di Waterford. Di Irlandese c'è rimasta solo qualche traccia di latte di mucca, irlandese...del resto sono tornato in Italia che avevo solo tre anni ma mi ricordo le canzoni dei Beatles che metteva la mamma nel giradischi.


Hai fatto il Carabiniere. E' qui che ti è venuta fuori la vena comica o è nata molto prima da bambino?

Ho fatto il carabiniere per sei anni, e la vena comica l'ho avuta fin da bambino. Vivevo con ironia tutte le sciagure che ho avuto, anche quella dolorosa della morte di mio padre che ci ha lasciati a soli quarant'anni, quando io ne avevo solo sei.

                                   (nella foto Graziano Salvadori,  Niki Giustini e Katia Beni)
 

Il tuo partner in molti sketch è Graziano: come sono nati i vostri personaggi di successo? Improvvisate molto? Hai un aneddoto divertente da raccontarci?

Preciso che io e Graziano siamo due singoli, che lavorano anche in coppia, ma non siamo una vera coppia. I personaggi sono nati grazie a personaggi veramente esistenti di cui abbiamo studiato le caratteristiche e improvvisiamo molto. A noi ormai basta un'occhiata per capire dove vuole andare a finire l'altro.
Con Carlo Conti mi sono capitate cose divertenti, ma molte di più con Graziano, che mi ha affiancato per la maggior parte delle trasmissioni che ho fatto nella mia carriera. Con lui ricordo il provino per imitatori di Rai Uno "Stasera mi butto", condotta da Gigi Sabani nel 1990. Eravamo in diecimila aspiranti, tutti in Via Teulada a Roma. Beh, io e Graziano ci a avvicinavamo a piccoli gruppetti di imitatori e lanciavamo una voce da imitare... partivano anche in trecento a far tutti la stessa voce, hanno anche sfiorato la rissa per far vedere chi era il migliore!

Come si riesce a far ridere? E' facile? Meglio la comicità, l'ironia, o la satira?

Con i politici che ci sono oggi mi chiedo come faremo noi, comici professionisti, ad arrivare ad una comicità così "alta"! In realtà non è facile riuscire a far ridere, io preferisco alle tre, la comicità vera e propria, la satira bisogna lasciarla fare a chi la sa fare.


Come ti sei trovato con Pieraccioni e con Avati sul set dei film che hai girato con loro?

Con Pieraccioni bene, lo conosco dall' 83 quando eravamo a Benevento al corso Carabinieri. Li ci siamo conosciuti e quindi è stato facile lavorare con lui. Con Pupi Avati ho passato i trenta giorni più belli della mia vita (artistica). Ero nel gruppo degli attori degli "Amici del bar Margherita" e quindi ero sempre presente sul set . L'ho studiato tanto, e tanto ho imparato dal Maestro. Pupi Avati è come uno zio, che vuol bene a tutti i suoi attori, li coccola e li frusta tutti nella stessa maniera, grandi e piccoli ruoli per lui non fanno differenza : esiste la storia e gli attori fanno parte della storia. Mi ha fatto stare bene...

Nella vita di tutti i giorni cosa fai? Leggi, fai sport? Viaggi? Meglio l'avventura o un paio di pantofole?

Leggo molto e di tutto, l'unico sport che faccio è la cyclette (ho le ginocchia fragili) e i viaggi, beh, mi piacerebbe, meglio l'avventura visto che la mia vita non è mai stata banale, di avventure ne avrei da raccontare ( e non solo sentimentali, eh!!!) ma anche la pantafola, diciamolo, ha un suo fascino!


Un ruolo drammatico o di azione che vorresti interpretare? Chi ti piacerebbe come partner donna comica per uno duetto frizzante? Progetti in corso ne hai?

Mi piacerebbe fare un papà delinquente, drogato e ubriaco! Nella vita sono astemio e non ho mai fumato neppure uno spinello! Katia Beni invece è la mia partner ideale, è bravissima, è comica, è drammatica! E' brutta, ma anche bellissima! Adoro fare il regista, guardatevi il mio corto, si chiama Il Gol di Remo, con attore unico Carlo Monni.

Così, mentre cerco il video su Vimeo per il nostro pubblico, ti chiedo, ti fai una domanda, Niki e ti rispondi, come Marzullo insegna?

Niki, sei felice? NO!!!!


Ringraziamo Niki per la sua disponibilità, e anche Daniela che ci ha messi in contatto per l'intervista e vi ricordiamo che in autunno vedremo Niki in "Un matrimonio" di Pupi Avati, per Rai Uno, in prima serata.

Clara Bartoletti 

lunedì 22 aprile 2013

Simon Grechi: sono un ribelle poliedrico, cattivo e buono quando serve.

Simon Grechi ci ha concesso un'intervista telefonica per Break Up Press News.
Lo abbiamo contattato all'uscita dal set di "Le tre rose di Eva", dove in questi giorni sta girando nei panni di un parroco. Alla nostra richiesta di parlarci del suo personaggio, Simon torna alla memoria dell'amata bisnonna Rosa, a cui era legatissimo.

- La mia bisnonna aveva valori cristiani molto forti, e dovendomi documentare per questa interpretazione, mi sono venuti in mente i suoi insegnamenti, la sua fede straordinaria. In questo momento di rinascita della spiritualità e di apertura della Chiesa con l'arrivo di Papa Francesco, un gesuita, spero che essa possa spogliarsi dei vecchi preconcetti, cambiare la sua politica sopratutto verso i giovani e le nuove idee. Un Papa che possa essere di guida ed incentivo allo sviluppo e crescita del nostro Paese.

Simon è loquace, e alla mano. Sa mettere a tuo agio, e dimostra di avere una grande comunicativa.

- Credo che l'apertura mentale sia da coltivare, un bene necessario. Io sono stato fortunato, ho avuto la possibilità di viaggiare e conoscere diversi Paesi, grazie al mio lavoro nella moda. Rimpiango proprio il senso di libertà di quei giorni. L'opportunità di vedere città e confrontarmi con culture diverse. Amo in special modo Parigi, e il Sudafrica, dove mi reco da amici per praticare il surf da onda. Chissà, potrebbe essere la mia Nazione ideale, ogni tanto ci faccio un pensierino, anche se ora come ora politicamente il Sudafrica sta attraversando momenti difficili. Sono stato per certi versi un ragazzo tormentato, alternandomi fra lo sfigato e il bohémien, ma soprattutto mi sento un ribelle.


Gli chiediamo della sua prima uscita in televisione, nel personaggio di Edoardo Mariani, e dei suoi progetti.

- A Carabinieri ero un pacato e riflessivo carabiniere, questo ruolo mi ha dato l'occasione per farmi conoscere ancora meglio sul piccolo schermo. Poi è arrivato "Puccini", il ruolo del primo fidanzato di "Moana", e il teatro. Nonostante non avessi mai studiato recitazione, cosa che poi ho fatto successivamente, ho sempre cercato di dare il meglio. Mi considero un perfezionista, quasi un maniaco, se non fossi così, sentirei di non aver rispetto di me e del pubblico. Il mio è un lavoro particolare, che per me ha una funzione terapeutica. Vorrei sempre fare qualcosa di nuovo, e purtroppo con rammarico devo constatare che il momento è critico anche per il mondo dello spettacolo. E' difficile, ma io non demordo, ormai la passione è nel sangue.

Simon ci racconta della sua città, Roma. 

- Roma, quasi a dispetto delle sue origini lontane, è giovane. Come se avesse ancora bisogno di crescere. E' una splendida città storica, che ho imparato ad amare da alcuni anni, e mi cruccio però di una certa provincialità che ad esempio a Milano, città manageriale e sicuramente più grigia, non ha. Diciamo che con qualche accorgimento, Roma potrebbe essere in assoluto la città più bella del mondo. I giovani qui possono trovare tanti locali, e intrattenimento, ma si riscontra - e credo che questo valga per la maggior parte d'Italia- una disattenzione ai valori dell'amicizia autentica, e un senso di solitudine. I giovani si proteggono con maschere, difensive, che non permettono la libera comunicazione con gli altri, privandoli della conoscenza e della condivisione a favore della superficialità. A questo proposito mi rifaccio ad un programma di Barricco, su Sky, che mi ha lasciato profonde emozioni. Palladium Lectures, magari non di facile interpretazione, permette a Barricco di raccontarci in modo ammiccante, emozioni su cui poter riflettere. Questo è ciò che manca a molti giovani, la volontà di approfondire e maturare attraverso la letteratura.



Ormai l'intervista sta per giungere al termine, sarebbero tante le cose da chiedere a Simon: con la sua simpatia e spontaneità è riuscito a far passare quaranta minuti in un volo. Gli chiediamo dove potremmo vederlo sul piccolo schermo, e lui ci informa che il 23 di aprile, sarà il cattivo in Rosso San Valentino, su Rai Uno, per la regia di Fabrizio Costa, a fianco di Alexandra Dinu e Luca Bastianello. 

- Siamo stati chiamati a presentare Rosso San Valentino a Cinematografo, e se devo parlarti del mio personaggio, sappi che è un tipo poco raccomandabile, un vero sabotatore. Però non voglio levare l'effetto sorpresa, quindi non aggiungo altro.

Sul finale, quando ormai la batteria dell'Iphone comincia a cedere, riusciamo a chiedergli un'ultima curiosità, quale sia il suo eroe dei fumetti preferito.
Come colto di sorpresa e aver riflettuto e detto Thor, ci ripensa e con grande energia dice Ken Shiro.

- Lo so, non è proprio un eroe positivo, con tutto il sangue e la violenza, ma vuoi mettere? Con i suoi urli e tutte le botte che dava, per un indomito come me, direi sia l'ideale!

Ringraziandolo ancora per la sua disponibilità, vi ricordiamo l'appuntamento con Simon Grechi il 23 aprile su Rai Uno per la prima puntata di Rosso San Valentino, sul sito rai il promo.

Sabato notte Simon Grechi era ospite di Cinematografo, programma di Gigi Marzullo, insieme a Maria Luisa De Crescenzo, per presentare la fiction Rosso San Valentino. Ecco il video:


Dasvidaniya, Simon, e in bocca al lupo per tutto.

Clara Bartoletti








martedì 16 aprile 2013

Flavio Parenti: Sogno Farfalle Quantiche la sua opera prima

"SOGNO FARFALLE QUANTICHE"
L'OPERA PRIMA DI FLAVIO PARENTI,
BEST FILM AL DIY FILM FESTIVAL DI LOS ANGELES,
DA LUNEDI' 15 APRILE DISPONIBILE SU YOUTUBE.

IL CINEMA INDIPENDENTE ITALIANO
SBARCA SU YOUTUBE
Non c'è due senza tre. Dopo il successo di ByMySide e soprattutto della prima stagione della web serie interattiva Days: The Crossmovie, da ieri, lunedì 15 aprile, in esclusiva su YouTube, il regista e attore Flavio Parenti (Woody Allen, Peter Greenaway, Pupi Avati), ha reso disponibile online la sua opera prima registica realizzata nel 2011, Sogno Farfalle Quantiche.


Un viaggio, un flusso di coscienza visivo all'interno delle memorie di un personaggio che cerca di ricordare una vacanza di una lontana estate. Un film a metà fra commedia, 3d e film d'animazione, un sogno che diventa un vero e proprio quadro in movimento, premiato come Miglior Film al DIY Film Festival 2012 di Los Angeles.


Nel cast, oltre allo stesso Flavio Parenti, Matteo Alfonso, Gisella Szaniszlò, Jacopo Maria Bicocchi, Tommaso Benvenuti, Emiliano Iovine, Pietro Tammaro e Pier Luigi Pasino.


Sogno Farfalle Quantiche uscirà sul canale ufficiale YouTube della casa di produzione ByMySideWebSeries in 14 episodi complessivi. Sono già online i primi tre, gli altri episodi saranno disponibili dal 22 aprile, ogni lunedì, con cadenza settimanale.

Di seguito il video e il canale You Tube per la visione.






Flavio Parenti sarà il protagonista di Un Matrimonio per la regia di Pupi Avanti, che sarà trasmesso su Rai Uno nel prossimo autunno.



Chiara Ricci in "Rose di Maggio" di Giancarlo Moretti a Roma


Chiara Ricci sara' in scena con lo spettacolo "Rose di Maggio", scritto e diretto da Giancarlo Moretti, alla Sala Gassman del Teatro dell'Orologio di Roma Sala Gassman, dal 7 al 19 Maggio 2013. Insieme a Chiara Ricci ci saranno, Marcello Mancusi, Assia Favillo, Francesco Castaldi, Laura Petroni, Paolo Franzini, Antonio Atte.

La storia si svolge in un appartamento in città, una giovane coppia, la loro quotidianita', i loro progetti e la loro intimita', ma anche le paure e incomprensioni. Come una rosa dai petali delicati, la nascita della loro vita come coppia, deve essere protetta. Nel matrimonio dei protagonisti di "Rose di Maggio", il dramma prende vita nel corso degli anni, nella quotidianità del rapporto di coppia, in un crescendo giorno per giorno, per concludersi ad un destino a cui non c'è possibilità di correzione o cambiamento.

Note di regia:
“Con ROSE DI MAGGIO si conclude un percorso avviato con i tre lavori precedenti: “Dove sei” (2011) , “Un giorno qualsiasi” (2012) e “Il terzo tempo” (2013), dedicati ai rapporti tra le persone e al destino che è segnato dal loro inatteso incrociarsi in un luogo topico che è la casa. L’autore, infatti, propone qui al pubblico la storia di una coppia all’interno dello spazio domestico, e lo scontrarsi dei sogni con la realtà del quotidiano, imprevedibile ma possibile, che lega i protagonisti in modo inaspettato. Interno ed esterno di un appartamento corrispondono a “intimità” e “mondo”, in un’antitesi di piacere e dolore, speranze e delusioni, protezione e pericolo, ragione e follia”.
Giancarlo Moretti
Chiara Ricci sara' in TV in autunno con la fiction "Un Matrimonio" di Pupi Avati.



Marcello Mancusi


Assia Favillo


Francesco Castaldi


Paolo Franzini
da 20 anni lavora con la compagnia larivegauche associazione culturale. In oltre ha recitato con registi professionisti come Claudia Frisone, Gianfranco Mazzoni e con Claudio Liuti .


Associazione culturale Extravagarte
Durata dello spettacolo: Atto unico di 1 ora
TEATRO DELL’OROLOGIO
Sala Gassman - Via de’ Filippini 17/a - Roma
Botteghino: 06 687 5550
Biglietti: 12 intero - 10 ridotto, tessera 2 euro
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21,15 – domenica ore 17,45



Cristina Richiardi

mercoledì 3 aprile 2013

Captain Mantell e Sophie Lillienne, in concerto a Londra, Bristol e Brighton


Captain Mantell e Sophie Lillienne sono in tour in Europa per promuovere i loro nuovi album.
Evento supportato da StageSurfing.

Captain Mantell and Sophie Lillienne are on tour in Europe to promote their new album.
Event supported by StageSurfing.

L'ultimo progetto di Captain Mantell e' 7TIMES7 7LETTERS 7SYMBOLS 7STEPS 7SONGS 7VIDEOS 7DAYS 7WEEKS

The latest project of Captain Mantell is 7TIMES7 7LETTERS 7SYMBOLS 7STEPS 7SONGS 7VIDEOS 7DAYS 7WEEKS

Per Sophie Lillienne in arrivo il nuovo album LONESTERDAM registrato nel 2012 con Tommaso Mantelli, leader dei Captain Mantell, come co-produttore, previsto in uscita nel 2013 per la Irma Records/Hypotron.

Sophie Lillienne new album LONESTERDAM recorded in 2012 with Tommaso Mantelli, Captain Mantell's leader, as co-producer, will be released in 2013 on Irma Records/Hypotron.

427 tour

Le date in UK/Dates in UK:

11-04 The White Lion, London (UK)
12-04 The Lanes, Bristol (UK)
13-04 The Gladstone, Brighton (UK)
14-04 The Fiddlers Elbow, Camden-London (UK)


Captain Mantell - 7TIMES7 (11 Nov 2012) 


Fin dalla loro prima apparizione nel 2007, con Tommaso Mantelli al comando dell'equipaggio, si sono distinti come una rivelazione, un nuovo stile nella scena italiana grazie alla loro attitudine punk (suite spaziali e maschere, sistema di proiezione 3D) e la loro miscela esplosiva di suoni elettronici e melodie pop.
Il progetto di Tommaso Mantelli (quasi omonimo del Capitano Thomas Mantell, primo pilota morto inseguendo un UFO) continua a mescolare un’attitudine punk all’uso delle macchine elettroniche, risultando allo stesso tempo deliziosamente pop.

Since their first appearance in 2007, the space crew lead by Tommaso Mantelli immediately stood out as a new style revelation in the Italian scene thanks to their punk live attitude (space suites and masks, 3D projection system) and their explosive mix of electronic sounds and pop melodies.
The Italian band (led by Tommaso Mantelli, homonym of Capt Thomas Mantell, the first pilot dying chasing an UFO) still mixes punk attitude with electronic machines, resulting deliciously pop anyway.



Sophie Lillienne – Lonesterdam (2013, April) 


Sophie Lillienne è una electro-alternative band che ha iniziato nel 2006 come progetto solista di VeZzO, cantante e musicista in Italia. Un EP di successo di 3 brani intitolato "Sophie Lillienne EP", lo portano a iniziare varie collaborazioni con i produttori, musicisti e cantanti provenienti da tutta Europa.
Nel marzo 2009, VeZzO realizza il primo full-lenght del progetto intitolato “The End Of All The Circles”. L’album viene pubblicato dall’etichetta francese Core:Back Records in free download.
Nel settembre 2010 Sophie Lillienne pubblica l'EP "Singe" (Garage Records / Goodfella). Il suo secondo album solo un anno dopo: "Lies, Kisses and Redemption" (febbraio 2011 su Garage Records / Go Down Records / Audioglobe), è accompagnata da tre video girati in Inghilterra da Andrew Barone (The Sponk studios, London Yest) .

Sophie Lillienne is an electro-alternative band started in 2006 as a solo project by VeZzO, singer and musician from Italy. A successful 3 tracks EP titled “Sophie Lillienne EP”, lead him to start various collaborations with producers, musicians and singers from all over Europe.
On March 2009, VeZzO released his first full-length titled “The End Of All The Circles”. The album was published in free download by the french label Core:Back Records.
In September 2010 Sophie Lillienne releases the EP “Singe” (Garage Records/Goodfella). His second album follows up, only one year later: “Lies, Kisses and Redemption” (Feb 2011 on Garage Records/Go Down Records/Audioglobe) is accompanied by three videos shot in England by Andrew Barone (The Sponk studios, London Yest).

 



Cristina Richiardi

martedì 2 aprile 2013

ALMAMEGRETTA, Vinci i biglietti per il concerto di Londra!!


In palio 2 biglietti per il concerto degli ALMAMEGRETTA a Londra del 10 Aprile 2013 a The Garage.

I primi due che risponderanno correttamente alle domande del concorso vinceranno un biglietto per lo spettacolo. Per partecipare seguite questo link.

Il concorso termina il 9 Aprile 2013





English version:
The prize is two tickets for the ALMAMEGRETTA concert in London on 10 April 2013 at The Garage.

The first two who will answer the questions correctly will win a ticket for the concert. To participate in follow the link.

The contest ends 9th April 2013

Cristina Richiardi