venerdì 14 febbraio 2014

Time Lapse Project, fotografare un musicista è difficile





"Fotografare un musicista è difficile, e chiunque tenti di farlo, dovrebbe prima assicurarsi di riuscire a fotografarne anche l’anima. Non è una cosa semplice perché i musicisti ne hanno una così infinitamente profonda e mutevole, che per perderla, basta pochissimo. L’anima del musicista è migrante, e spesso incontrollabile, e non cerca quasi mai la sua quiete, all’interno del corpo. Non è un caso, quindi, se molti musicisti sono ingovernabili: è perché trascorrono il loro tempo andando in giro a cercare la propria anima."

Giuli, una fotografa freelance di 23 anni, sta realizzando un progetto fotografico NO COST, improntato sulla musica. Il tutto, si sviluppa semplicemente attraverso il passaparola in rete, e in particolare sui social network. Non guadagna nulla , e non guadagna nulla il soggetto delle fotografie. Lo scopo è semplicemente quello di farsi conoscere, e spargere la voce utilizzando canali free. Per dimostrare che spesso, l'idea vince su tutto.

E' mossa dall'entusiasmo e dalla voglia di fare che probabilmente è normale avere a 23 anni. Perché qui, in questo paese, sembra che tutto sia fermo e nessuno abbia voglia di provarci. Dicono che non è un paese per vecchi, sì...ma non sembra nemmeno un paese per giovani. E quindi, se sognare ancora non costa nulla, lei ci prova! Questo progetto è realizzato con una reflex, senza luci artificiali, filtri particolari, o interventi di fotoritocco in post produzione. L’obiettivo è quello di realizzare fotografie quanto più fedeli possibiLi alla realtà. Il software torna ad essere un semplice mezzo al servizio del fotografo, e non il contrario.

"Time Lapse Project" è un progetto spontaneo ma non improvvisato, un progetto che si nutre del semplice desiderio di comunicare.

Potete seguire il progetto sulla pagina Facebook Time Lapse Project e sul blog tumblr.