lunedì 10 marzo 2014

In Bianco, hakuna matata!




L'acquisto di uno strano monolite, un sasso bianco pagato uno sproposito opera di un'artista sconosciuta, da parte della fanatica Sveva (Maria Bighinati) mette in crisi l'amicizia storica di tre ragazze. Flavia (Chiara Ricci) lo trova brutto "una merda!", Gabriella (Rosalba Battaglia) invece "fico!". 
Il bianco in realta' e' il pretesto su cui gira la storia, fatta di battibecchi, rancori e piccole gelosie mai esternate dalle tre brave protagoniste. Sveva e' una bugiarda patologica, troppo concentrata su di se' da tenere conto delle emozioni delle altre, Flavia e' nevrotica, fissata con il peso, la salute e l'attivita' fisica e si fascia la testa con mille seghe mentali, Gabriella e' quasi hippy, e vive in un suo mondo sospeso fatta di gatti immaginari, bambini da educare e l'amore del fidanzato che la vuole sposare. Ma chi veste la sposa, mamma o suocera?! 
Storia piena di ritmo che mette a confronto i diversi punti di vista delle tre, le conflittualita' hanno momenti esiliranti, altri commoventi. Molto brave le attrici, dirette da Marzia Turcato (Una donna, certo!) che riesce ad estropolare le emozioni, grazie anche all'ausilio di video in esterni che raccontano la quotidianita' di Sveva, dittatrice sul lavoro e problematica in amore, Flavia alle prese con allenamenti estenuanti alla rocky balboa, e Gabriella con la scuola, l'insegnamento e le beghe familiari. Geniale gli interventi della Psyco (Marzia Trucato)  che incita chiarimenti. "Di' cosa provi!!!"

Il nocciolo e' questo: dire cosa si prova e' liberatorio...un po' come nell'intimita' del proprio bagno...

Provate anche voi!

Hakuna matata!!

Clara Bartoletti