venerdì 28 marzo 2014

Purché finisca bene: la conferenza stampa in Rai del 27 marzo 2014.



Giancarlo Leone, Eleonora Andreatta e Agostino Sacca'

Si è svolta alla sede Rai di Roma di Viale Mazzini, la conferenza stampa con oggetto il nuovo ciclo di cinque TV movie per la Pepito Produzioni Purché finisca bene, un prodotto cinematografico, anche se riportato sul piccolo schermo, che si mostra al pubblico con freschezza e innovazione.

Presenti in sala, oltre al team Pepito composto da Agostino Saccà, i figli Giuseppe e Maria Grazia e Ornella Bernabei, la direttrice di Rai Fiction Eleonora Andreatta, ill direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, i registi Fabrizio Costa e Luca Ribuoli e molti attori. 

L'incontro si è sviluppato all'interno della Sala A del primo piano, dove, dopo la proiezione in anteprima del primo TV movie "Una Ferrari per due", è seguito il photocall degli attori protagonisti ed infine la conferenza stampa.

La portavoce dell' Ufficio stampa Rai ha introdotto ai presenti il contenuto del ciclo, che si sviluppa in cinque storie diverse, dedicate alla commedia sentimentale, agli intoppi ed equivoci che possono nascere nel quotidiano. Coppie apparentemente "scoppiate" che si ricongiungono, un bambino adottato che arriva in casa scombinando la vita di un single incallito, la burocrazia faraginosa del nostro Paese, tecniche di seduzione maldestre a base di tango argentino, la disoccupazione, il rischio di sposarsi due volte senza essere divorziati, l'amicizia, l'amore e tutto quello che gira intorno a esilanti ed ironiche "tragedie" dei protagonisti. Come ricordato da Agostino Saccà, l'obiettivo è di non perdere il sorriso davanti alle piccole e grandi vicissitudini del Bel Paese, e di trovare il modo di esplorare diversamente le nostre vite attraverso l'utilizzo del melò e dell'ironia.

 
Erano presenti in sala Neri Marcorè, prolifico e poliedrico sta infatti lavorando altresì sulla seconda serie di "Questo nostro amore" e in questi giorni è da poco terminato "Fuoriclasse 2"; Flavio Parenti reduce da un Matrimonio di Pupi Avati e adesso presente in TV con Un medico in famiglia; l'amato Ispettore Coliandro alias Giampaolo Morelli, instancabile fra teatro, doppiaggi, cinema e fiction - lo ricordiamo anche ultimamente in Braccialetti Rossi; Nino Frassica, che si divide tra televisione e radio con il suo programma "Meno male che c'e' Radio 2"; Chiara Ricci anche lei presente in Un Matrimonio e che ha appena terminato una sua piece teatrale. Ma anche Sergio Assisi, l'amato Commissario Nardone e protagonista di Capri e adesso anche scrittore, il giovanissimo Riccardo Alemanni, amatissimo dalle teen agers, Leonardo Della Bianca, giovanissimo e di talento, Aurora Ruffino, una vera rivelazione, in piena ascesa, Daniele Pecci, anche lui attivissimo in teatro, ma senza dimenticare nessuno (perché sono davvero tanti e molto talentuosi), Cristiana Capotondi, Giovanni Scifoni, Giorgio Marchesi, Bianca Guaccero, Anita Caprioli, Eleonora Sergio, Donatella Finocchiaro, e i non presenti alla conferenza come Nicole Grimaudo, da poco diventata mamma, Stefano Fresi, Simona Marchini, Giuliana Lojodice, Ennio Fantastichini...e molti altri.

Durante la conferenza una considerazione sulle fiction "seriali" è nata spontanea. Il pubblico, pur apprezzando i volti noti e le storie continuative da anni, e affezionandosi di conseguenza, ha ugualmente bisogno di una sferzata di novità, e come simpaticamente ha ricordato Sergio Assisi, di ridere, di divertirsi senza porsi il problema di cosa ci possa esserci di "recondito" dietro la commedia.

Le storie, realizzate nel Nord d'Italia, passando dalla Toscana, dal mar ligure alle alpi trentine, è stato anche un atto di coraggio. "Girare a Milano è proibitivo - ha detto Saccà - ma io mantengo le promesse. Non è stato facile, ma abbiamo raggiunto lo scopo." E' stato anche un progetto "veloce": in sole due settimane dalla conferma del progetto, Purché finisca bene ha iniziato le riprese nel 2012 a Portovenere. Un lavoro faticoso ma gratificante che è durato molti mesi, e che ha visto anche il cambiamento delle stagioni davanti alle telecamere. Come ormai abbiamo visto in passato, la famiglia Saccà è ambiziosa, ma pensiamo anche altresì che non siamo mai stati delusi delle nostre aspettive.


Non ci resta che accendere la Tv, su Rai uno, alle 21.10 a partire da lunedì 31 marzo e goderci lo spettacolo.

Clara Bartoletti