martedì 1 aprile 2014

Una Ferrari per due: anzi, facciamo per quattro!






Ottimo inizio per Pepito Produzioni e il loro primo film TV del ciclo Purché finisca bene con Una Ferrari per due, andato in onda lunedì 31 marzo su Rai Uno. La coppia Marcorè - Morelli è vincente: i due protagonisti alternano momenti di spassosa ilarità, ad altri di riflessione ed empatia. I due infatti si "conoscono" solo per motivi aziendali, ma nella realtà ignorano le loro identità reciproche, il che fa si che il licenziato chieda l'autostop al neo manager ed insieme partono prima alla volta di Filettole e poi di Portovenere per consegnare una Ferrari California al legittimo proprietario, un giovane goleador amato dalle ragazzine. La vicenda si snoda on the road, la Ferrari sembra voglia creare appositamente situazioni in cui i due si devono confrontare, prendendo anch'essa il ruolo di protagonista. Assieme ai due pasticcioni, ci sono due figure femminili, la bella Margherita (Anita Caprioli), ex moglie dell'ex manager Marcorè e la loro figlia (Aurora Ruffino), un'adolescente inquieta e un tantino snob, che alla fine metterà tutti d'accordo. Storia pulita, dai toni leggeri della commedia, ben recitata e dai dialoghi freschi, che pone al pubblico il problema della crisi del Belpaese, e le conseguenze che ne derivano. Essere licenziati è all'ordine del giorno, i tagliatori di teste non guardano al profilo umano dei loro manager, ma puntano al "glam", la parolina magica del business. Il viaggio nella storia sembra l'ideale per parlare, raccontarsi, litigare e riappacificarsi, e come in ogni buona commedia, alla fine ..finisce bene!



Le bugie raccontate a fin di bene vengono perdonate, il lavoro si rimedia, l'amore sboccia, e la Ferrari continua a percorrere a 253 Km/h le strade della nostra bellissima Italia.



Prossimo appuntamento lunedì 7 aprile con il secondo TV movie della serie, Una coppia modello.