lunedì 16 novembre 2015

Danila Stalteri in "Manco fossi Laura Chiatti" sbarca a Milano



Arriva a Milano lo spettacolo “Manco fossi Laura Chiatti”: il brillante e dissacrante monologo scritto e interpretato da Danila Stalteri è in scena al Teatro Out Off.

Cosa si nasconde dietro anni di gavetta e cosa succede ad un attore non ancora affermato quando si spengono i riflettori, lo racconta l'attrice di teatro, cinema e tv Danila Stalteri che attinge alla sua esperienza personale in un monologo dove la realtà supera qualsiasi fantasia.

Roma, novembre 2015 – Dopo il debutto nazionale al prestigioso Teatro dei Differenti di Barga (Lucca) e la recente data romana al Teatro Gasometro nel settembre di quest'anno, lo spettacolo Manco fossi Laura Chiatti scritto e interpretato da Danila Stalteri approda al Teatro Out Off di Milano (via Mac Mahon, 16) con una data unica lunedì 30 novembre 2015 alle ore 20:45.


Abbiamo chiesto a Danila Stalteri di concederci un'intervista per i lettori di Break Up Press News. La ringraziamo di averci raccontato qualcosa di lei e del suo spettacolo.

1. Perché proprio Laura Chiatti?
Top secret! Per scoprirlo vi aspetto il 30 novembre al Teatro OutOff! Posso solo dire che il titolo dello spettacolo (come del resto tutto lo spettacolo) riguarda un episodio che mi è realmente accaduto un po' di tempo fa.

2. Da chi è nata l'idea di questo spettacolo che ironizza sul dietro le quinte degli attori?
Dalla sottoscritta. Devo ringraziare tutti gli amici che, quando raccontavo le cose che mi succedevano sul set - e soprattutto fuori dal set - mi hanno convinto a farne uno spettacolo teatrale... Soprattutto Cinzia Th Torrini, regista con cui ho lavorato due volte in serie tv di enorme successo, che mi ha incoraggiato a tirare fuori il mio lato comico; e di questo non finirò mai di ringraziarla!

3. Come è stato lavorare con Gioia Vicari?
Gioia è innanzitutto una mia cara amica; il nostro rapporto lavorativo è nato dalla sua offerta di darmi "qualche consiglio"... Ci siamo invece ritrovate a casa mia a riscrivere intere scene e ad inventare ex novo diverse parti dello spettacolo! Lei ha il mio stesso sense of humour; in più possiede una lucidità ed un sangue freddo nel risolvere i problemi che io, soprattutto sotto debutto, non ho!

4. Domanda impertinente: il tuo spettacolo è anche un modo per toglierti qualche sassolino dalle scarpe?
Certo! E non mi vergogno a dirlo! Diciamo che metto alla berlina diversi aspetti del mio mestiere che, francamente, non sopporto più: i workshop con registi famosi che nella maggior parte dei casi servono solo per spillare soldi; i "pedagoghi-santoni" che alla fin fine, sotto tante belle parole, nascondono il vuoto; la gente "normale" (come se gli attori fossero extraterrestri) che continua a chiederti: "Sì, ma che lavoro fai?"; e poi, dulcis in fundo, la categoria che disprezzo di più: quelli che "ci provano"; quelli che ti chiedono di "scendere a compromessi"...

5. Quando un attore viene "dimenticato" spesso ricorre al reality come rilancio: tu che ne pensi? Ritieni sia positiva la formula o si rischia di cadere nel ridicolo?
Fortunatamente io devo ancora correrlo il rischio di essere dimenticata... Perché il grande pubblico deve ancora scoprire che esisto! Però posso dire che mi è capitato di "sfiorare" il reality, con la promessa di "diventare famosa" dopo... E' una proposta che non mi ha mai allettato e che ritengo adatta più ad una showgirl/soubrette che ad un'attrice. Credo che gli attori non debbano mai "svendere" in maniera così evidente il proprio privato e la propria interiorità.

6. L'attrice è quello che volevi fare da bambina?
Sinceramente no. Volevo fare l'archeologa... Sono cresciuta coi film di Indiana Jones!

Danila in Terra Ribelle
7. Preferisci i ruoli negativi come Vittoria in Terra Ribelle, da brava ragazza, o la comica?
Brava ragazza? E chi li ha mai fatti i ruoli da brava ragazza..? Solo lo scorso anno, in "Un'altra Vita" di Cinzia Th Torrini con Vanessa Incontrada, ho interpretato una giovane e simpatica neomamma ponzese. Diciamo che la mia fisicità, fino ad adesso, mi ha riservato quasi sempre ruoli da "antagonista" o comunque ruoli severi, alteri, da "dura" oppure fuori dalle righe... Da una parte ne sono contenta, perché credo siano i ruoli più stimolanti da interpretare, ma dall'altra vorrei anche io rilassarmi un po' interpretando un ruolo "normale"! E comunque... Viva i personaggi comici! Adoro far ridere la gente!

8. Quali letture preferisci? Quale romanzo ti vedrebbe protagonista?
Amo Bukowski. Ho letto tutto di lui. Ma vorrei essere il protagonista di "Viaggio al termine della Notte" di Celine.

9. Se tu potessi essere un'altra persona per 24 ore, chi vorresti essere e perché.
Vorrei essere Andy Warhol, per respirare l'atmosfera bohemien della New York anni '70 e per avere un gruppo di persone con cui realizzare cose folli.

10. Come passi il tempo libero?
Camminando per ore al centro di Roma, per scoprire ogni volta volti e scorci che non avevo notato; andando in bicicletta; praticando lo yoga kundalini e la meditazione. E poi, andando a vedere i miei amici/colleghi a teatro! 

11. Qual è l'aggettivo con cui i tuoi amici ti identificano
Pazza, sincera, coraggiosa.

12. Oltre a questo spettacolo, stai già progettando qualcosa per il futuro?
Sto scrivendo un altro spettacolo... Stavolta niente di autobiografico; sarà una storia folle e sempre da ridere. 

13. Una citazione che ti rappresenta.
"La forma è già in se stessa contenuto" (Ludwig Wittgenstein)

14. Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Ne vale la pena? Ma sì, dai...

Danila Stalteri
Danila Stalteri, attrice di teatro, cinema (Il Viaggio, prossimamente al cinema e poi Diario di un maniaco perbene e Gli ultimi della classe) e fiction (Terra Ribelle, Un'altra vita, L'allieva), racconta, in un monologo brillante, cosa succede a un attore non ancora affermato quando scende dal palcoscenico o quando si spengono le luci del set, ovvero quando  viene nuovamente scaraventato dal sogno della finzione scenica alla realtà della vita quotidiana fatta di pregiudizi, difficoltà, lavori saltuari e bollette da pagare…
Una, nessuna e centomila Danila si alternano sul palco dando vita a personaggi reali e di fantasia; verosimili perché quasi del tutto veri, ma con quel pizzico di follia che rende il racconto un concentrato di aneddoti esilaranti, tragicomici, a volte più veri del vero nella loro reale assurdità.

E’ davvero emozionante portare il proprio spettacolo in una piazza importante come quella di Milano; in passato ho già calcato i palcoscenici meneghini con le compagnie con le quali ho collaborato, ma questa serata all’Out Off che mi vede in scena con il monologo che attinge da reali episodi della mia vita, è un passo veramente importante nella mia carriera” afferma l'attrice Danila Stalteri a pochi giorni dal debutto milanese.

Un viaggio tra personaggi incredibili, travestimenti, canzoni e ironia…perché senza un approccio leggero e scanzonato, senza il dovere di non prendersi mai troppo sul serio, non sarebbe mai possibile essere un vero attore. La regia dello spettacolo è firmata dalla stessa Stalteri in collaborazione con Gioia Vicari che ne firma anche le coreografie; la serata è realizzata in collaborazione con la Logic Italia sas di Monza.

Vi ricordiamo l'appuntamento al Teatro Out Off, non mancate!


Lunedì 30 novembre 2015, ore 20:45
Teatro Out Off - Via Mac Mahon 16, 20155 Milano
Biglietti: intero 15,00 € -  ridotto 10,00 €

Informazioni e prenotazioni:
Teatro Out Off - Via Mac Mahon 16, 20155 Milano
Tel. 02.34532140
E-mail: info@teatrooutoff.it



Ufficio Stampa Laura Beretta
+39 339.4593628

mail.beretta@gmail.com


mercoledì 26 agosto 2015

"Un film per farne un altro" e Proiezione Corto "L'Uomo Volante" - 72° Mostra del Cinema di Venezia‏


In occasione della 72° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia la tavola rotonda “Un film per farne un altro” ospita la proiezione de “L'Uomo Volante”, un cortometraggio con Bianca Guaccero, l'evento è organizzato da Associazione Buonacultura e Accademia Togliani con il patrocinio della Direzione Generale Cinema del MiBACT.

Venerdì 4 settembre 2015 l'Italian Pavilion - Sala Tropicana dell'Hotel Excelsior di Venezia accoglie la tavola rotonda “Un film per farne un altro” e la presentazione del cortometraggio 
L’Uomo Volante per la regia di Adelmo Togliani.

Roma, agosto 2015 – In occasione della 72° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, il cortometraggio L’Uomo Volante di Adelmo Togliani, prodotto da Giallo Limone Movie in collaborazione con Accademia Togliani e con Bianca Guaccero protagonista, sarà presentato venerdì 4 settembre 2015 alle ore 16.30 all'Italian Pavilion - Sala Tropicana dell'Hotel Excelsior di Venezia (Lungomare Guglielmo Marconi 41, Lido) all'interno della tavola rotonda “Un film per farne un altro”.

Fare cinema oggi richiede nuove strategie, da questo assunto nasce "Un film per farne un altro”, un evento realizzato da Valerio Toniolo per Associazione Buonacultura - in collaborazione con Accademia Togliani e con il patrocinio della Direzione Generale Cinema - MiBACT - che si aprirà con una tavola rotonda sulle produzioni indipendenti, il product placement, il tax credit e i finanziamenti pubblici: gli stessi strumenti di cui si è avvalso il mini-film L'Uomo Volante, concepito sin da subito come parte integrante di un futuro progetto di lungo basato sul medesimo plot.



L'operazione L'Uomo Volante non conosce precedenti per quanto riguarda preparazione, strategia di finanziamento e promozione: trenta persone di troupe; tre decadi ricostruite: gli anni '80, '90 e 2000; tredici location differenti per sei giorni di lavorazione; cinquecento provini a minori per i ruoli dei protagonisti da giovani, cento costumi di scena: un'operazione produttiva degna di un lungometraggio. è stato realizzato grazie al contributo del MiBACT - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo - che ne ha riconosciuto il valore di interesse culturale - e il supporto di Centrale del Latte di Roma, Filafi Fithu Shoes, Grimaldi Lines, Old Wild West e Sicurbagno.

L’Uomo Volante racconta l’amore e la sua dimensione 'analogica', quella ormai perduta e intrappolata negli anni ’80. Greta e Achille, due anime affini, un grande amore senza fine. Achille rincorre la vita, la passione. Greta rincorre lui. Attraversano i capitoli della loro vita tenendosi per mano, respirando a pieni polmoni la loro adolescenza, continuando a essere “l’uno per l’altra”; fino a che, divenuti adulti, decidono di seguire ognuno la strada giusta per sé.

Nicola Borrelli Direttore Generale Cinema del MiBACT e Valerio Toniolo Presidente di Associazione Buonacultura introducono Adelmo Togliani attore e regista del cortometraggio, nonché gli altri ospiti tra cui l'On. Lorenza Bonaccorsi, Responsabile Cultura PD, Myriam Catania attrice e doppiatrice, Andrea Iacomini giornalista e portavoce UNICEF Italia, Bruno della Ragione Avvocato ed Esperto in Diritto d'Autore e Gianni Celata, professore di Economia dei Media dell’Università Roma Tre.

“Un film per farne un altro” è certamente l’ambizione di ogni produttore, di ogni regista, di ogni operatore del settore, ovvero riuscire a convincere attraverso il proprio lavoro i futuri finanziatori, a fidelizzare il pubblico, a creare una rete professionale e industriale con solide radici. La trasversalità di un sistema così evoluto di produzione, ovvero quella che prevede la realizzazione di un cortometraggio per arrivare al lungometraggio, salvando della prima opera non solo le impressioni artistiche e le scelte poetiche ma anche i sodalizi economici che hanno contribuito alla sua messa in atto, è un esempio di “buona contaminazione”: contaminazione di generi, di stile narrativo, di strategia produttiva. – afferma Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del MiBACT - Dovremmo guardare all’esempio de “L’uomo volante” per cercare di desumerne un paradigma che possa applicarsi in futuro per altri progetti, individuando strategie distributive che possano valorizzare adeguatamente entrambi le opere e gettare finalmente le basi per una nuova concezione cinematografica.”

“Un film per farne un altro" è il sogno di realizzare un lungometraggio dal corto L'Uomo Volante - dichiara Valerio Toniolo Presidente dell'Ass.ne Buonacultura - e potrebbe diventare realtà anche grazie agli strumenti innovativi messi oggi a disposizione per chi produce, ma soprattutto grazie all'ostinata determinazione di questo eccezionale gruppo di lavoro capitanato da Adelmo Togliani e dalla bravissima Bianca Guaccero. A noi - attraverso Buonacultura - il compito di offrire strumenti e possibilità per costruire e lanciare il nuovo nonostante il mondo del cinema sia spesso chiuso e complicato”.



Conclude Adelmo Togliani, regista dell'opera: “Avevo in testa un film di ampio respiro, e non è un caso che questo cortometraggio in molti lo considerino tale. Per realizzarlo ho dovuto spogliarmi dei panni dell’artista e ho vissuto quello che stanno vivendo la gran parte degli imprenditori italiani. Appuntamenti su appuntamenti, tanti ’no’, molti ’sì’. La vetrina di Venezia può diventare l'occasione in grado di trasformare L'Uomo Volante in ciò che merita: un lungometraggio”.

Il cortometraggio dopo la presentazione a Venezia proseguirà il suo cammino in occasione di numerosi festival nazionali e internazionali.

Tavola Rotonda “Un film per farne un altro”
venerdì 4 settembre 2015 ore 16.30
Italian Pavilion - Sala Tropicana - Hotel Excelsior
Lungomare Guglielmo Marconi 41, Venezia Lido (VE)
Ufficio Stampa Laura Beretta // 339.4593628 // info@accademiatogliani.it //ww.accademiatogliani.it



































lunedì 27 luglio 2015

La classe degli asini, Vanessa Incontrada sul set

Torino, Vanessa Incontrada sul set de "La classe degli asini" con Flavio Insinna e Fabio Troiano. E' la storia di Mirella Casale, insegnante torinese, alla fine degli anni ’50, ha cercato di far chiudere le classi differenziali, tentando di offrire integrazione ed un insegnamento paritario ai bambini portatori di handicap. 

Alcune foto da una nostra inviata.
  

venerdì 17 luglio 2015

Ispettore Coliandro il ritorno: sul set anche Arianna!

Oggi Break Up Press News dà spazio ad Arianna, fan di Ispettore Coliandro, che ci ha inviato le sue sensazioni avendo partecipato come comparsa ad una nuova puntata del telefilm tanto atteso Ispettore Coliandro, presto di nuovo in TV in autunno.

L'ispettore Coliandro, interpretato da Giampaolo Morelli, che ha mantenuto gli stessi attori delle serie precedenti con quale volto nuovo, è in corso d'opera a Bologna. Le riprese termineranno a settembre.

                                                           Giampaolo Morelli e Arianna

Era da molto tempo che mi sarebbe piaciuto fare la comparsa in "L'ispettore Coliandro". Un giorno mentre guardavo Fb trovo un annuncio che dice che cercavano appunto comparse per "L'ispettore Coliandro V", ho pensato che mi costa mandare un e-mail e così ho fatto. Dopo poco m'hanno contattata. E' stata una bella esperienza. Mi sono recata sul set, eravamo al cinema dell'Antoniano, dove fanno Lo zecchino d'Oro, dopo un pò che ero lì arrivano i tecnici che ci dicono che avremmo iniziato tra un'ora e mezzo circa, intanto girando per lì, ho visto la nuova macchina di Coliandro, una berlina rossa. Nel pomeriggio abbiamo iniziato, siamo entrati dentro il cinema... E chi è seduto nella fila davanti a me? Giampaolo Morelli con Serena Rossi. La scena consisteva nel fare li spettatori per un film poliziesco, quelli che piacciono tanto a Coliandro. Nella fila più avanti Stefano Bicocchi "Vito". E tra voli di pop corn e risate tra un ciak e l'altro la scena è stata girata. Dopo ci siamo intrattenuti un pò con Giampaolo per complimentarci.

Arianna Benedetti

Grazie ad Arianna e congratulazioni per essere stata scelta come comparsa! A noi non resta che aspettare il Ritorno di Coliandro!


giovedì 25 giugno 2015

No al femminicidio e stop alla violenza sulle donne

La Nazionale Attori, il Calcio Femminile e personalità del mondo politico scendono in campo a Torbellamonaca in ricordo di Natascia MEATTA (barbaramente uccisa dal compagno e padre della sua bambina lo scorso anno proprio a Torbellamonaca a pochi passi dall' evento che si disputerà) per dire NO AL FEMMINICIDIO E STOP VIOLENZA SULLE DONNE.


Con il tema " Insieme al calcio Femminile, contro la violenza sulle donne" organizzata dalla A.S.D. VIS ROMA NOVA scenderanno in campo per un quadrangolare di calcio che si svolgerà presso il Centro Sportivo " Panichelli" sito in Via Santa Rita da Cascia a partire dalle ore 18 la NAZIONALE ATTORI, la Rappresentativa Under 15 Femminile del Lazio, La Vis Roma Femminile Serie C e la Vis Roma Nova cat. Giovanissimi maschili.
Per il Presidente della Vis Roma Nova, Nicola FRANCO, organizzatore dell' evento " Sarà una doppia occasione : Ricordare Natascia tenendo accesi i riflettori su un tema cosi importante e doloroso come il femminicidio e farlo con l' aiuto delle ragazze attraverso uno sport cosi seguito come il Calcio che se da un lato, quello maschile, gode di notevoli attenzioni da parte dei mass media , in quello femminile fatica ad essere riconosciuto. Questa manifestazione serve a dare il giusto risalto che merita il calcio al femminile e prova ne è la presenza della Rappresentativa Under 15 del Lazio guidata dal selezionatore Antonio MACIDONIO che dal 28.06 al 05.07 a Chianciano Terme disputeranno le fasi finali dei Campionati Italiani delle Regioni. Proprio per questo ottimo lavoro svolto nella nostra regione un particolare ringraziamento merita la responsabile del Dipartimento Femminile Regionale Alba LEONELLI oltre che per la collaborazione alla riuscita di questo evento".


Hanno dato la propria adesione all' iniziativa assicurando la presenza numerose personalità politiche tra i quali : Sen. Maurizio GASPARRI, On.Giorgia MELONI,On. Fabio RAMPELLI , On. Roberto MORASSUT etc.



Per la nazionale attori scenderanno in campo:

Franco OPPINI

Raimondo TODARO

Brice MARTINET

Federico COSTANTINI

Andreas GIL

Francesco GIUFFRIDA

Marcelo FUENTES

Gabriele DE PASCALI

Ivan BORAGGINE

Enrico LO VERSO

A sostenere le ragazze ci sarà anche Lorella Cuccarini.

Ad occhi chiusi, Vinci per la Cultura una lotteria per il crowfunding


Vinci per la cultura Roma è una lotteria locale autorizzata dal monopolio di stato e ideata nel 2014 dall'associazione l'Albatro per finanziare lo spettacolo "Ad occhi chiusi" per la sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.

Anche quest'anno l'associazione ha organizzato il crowfunding dello spettacolo attraverso una lotteria. 

Per maggiori informazioni visitate il sito http://vinciperlacultura.jimdo.com/

"Ad occhi chiusi" e' il particolare e sperimentale adattamento teatrale del romanzo di Gianrico Carofiglio. 

Da un'idea di Carlo Fineschi. Spettacolo dal vivo, tre spettacoli un'unica storia.
Seguire la strada dell'Avvocato Guerrieri, Martina Fumai o Gianluca Scianatico? Ognuno il suo punto di vista. 
Cercando di sfruttare al massimo il concetto di spettacolo dal vivo,dove gli attori e gli spettatori si trovano realmente vicini e anche chi guarda ha la sensazione di vivere quella situazione,in quel momento che diventa unico e irripetibile.


sabato 13 giugno 2015

Grande successo per la presentazione dell' AIFF 2015, Roma‏


La terza edizione dell’Ariano International Film Festival è stata presentata l'8 giugno nella sala del Carroccio in Campidoglio alla presenza di giornalisti e operatori del settore cinematografico con grande successo.A seguire nel suggestivo scenario scenario dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte, c'è stata la proiezione del documentario “Le mani di Bice”, opera biografica su Bice Minori, sarta personale di Eduardo De Filippo.


Il primo a prendere la parola è stato Franco Mariotti, giornalista e membro della giuria tecnica del festival, il quale ha introdotto i lavori e ha funto da moderatore.
A seguire, è stata la volta prima dell’Onorevole Erica Battaglia, presidente della commissione Politiche Sociali di Roma Capitale, la quale ha recato i saluti istituzionali dell’Urbe e ha augurato di poter ospitare nuovamente le prossime edizioni dell’Ariano International Film Festival in Campidoglio, poi, della direttrice artistica Annarita Cocca, la quale oltre ad aver evidenziato che l’Ariano International Film festival è stata la prima manifestazione a promuovere un concorso cosplay in un festival cinematografico, ha illustrato le novità di quest’anno, tra le quali il premio “Ciak, si mangia!”, lo spettacolo di magia con un concorso per giovani prestigiatori e ha sottolineato la ricchezza variegata del festival costituita non solo dalle sei sezioni in concorso (lungometraggi, documentari, cortometraggi, animazione, serie web e corti scuola) ma anche da iniziative culturali altrettanto importanti, tra le quali workshop, seminari, mostre e dibattiti.


In seguito, sono pervenuti il presidente della giuria tecnica Franco Oppini, il produttore e distributore Angelo Bassi, l’attrice e presentatrice Emanuela Tittocchia, i quali hanno posto l’accento sulla qualità artistica delle oltre 800 opere pervenute da 40 Nazioni, e già al vaglio della giuria preselettiva.
Infine, è stata data la parola ad Andrea Iacomini, portatore dell’Unicef in Italia, che ha sensibilizzato l’uditorio sul rispetto dell’ambiente attraverso la promozione dello spot“Rimettiamoci in equilibrio”, tema promosso e supportato dall’Ariano International Film Festival.
Alla conferenza hanno presenziato anche il sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta, il sindaco di Flumeri, Angelo Lanza e il sindaco di Savignano Irpino, Fabio Della Marra Scarpone, i quali hanno assicurato pieno e incondizionato sostegno alla manifestazione, rilevandone l’indiscussa valenza artistica e culturale.
A seguire, si è consumato un piacevole momento conviviale con prodotti tipici Irpini presso il suggestivo scenario dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte, intermezzato dalla proiezione del documentario “Le mani di Bice”, realizzato della regista Gigliola Funaro, un’opera biografica su Bice Minori, sarta personale di Eduardo De Filippo, deceduta il 5 Aprile 2015 nella sua casa romana.




Per maggiori dettagli, visita il nostro sito ufficiale:
www.arianofilmfestival.com
news.arianofilmfestival@gmail.com
Cellulare: +39 330 320722
Our mailing address is:
AIFF
Corso Europa, 43
Ariano Irpino, Av 83031

Il video della conferenza stampa:


martedì 9 giugno 2015

140 SECONDI, Serie Tv in 15 puntate in onda su RAI 2




Dopo il grande successo de IL CANDIDATO –ZUCCA PRESIDENTE Cross Productions presenta 140 SECONDI, SERIE Tv in 15 puntate in onda su RAI 2 da LUNEDI’ 15 GIUGNO alle ore 21:00 scritta, diretta e interpretata nel ruolo di protagonista da Valerio Bergesio e basata sul format originale francese “Bref”.


Tutto deve avvenire in 140 secondi. 

Jacopo Alighieri ha quasi 30 anni. Nella vita spera di trovare un lavoro, andare a vivere da solo e incontrare l'amore della sua vita. Piccoli obiettivi - in realtà molto difficili da raggiungere - che scatenano una serie rocambolesca di avventure, imprevisti, fraintendimenti, lotte e precarie conquiste quotidiane nell'Italia dei nostri giorni. Una storia formata da tanti piccoli racconti raccolti in pillole di 140 secondi narrati con originalità dalla quasi costante voce fuori campo del protagonista, così da alternare pensiero e azione, detto e non detto, desideri intimi e aspettative della società.


Raccontare una storia dentro lo spazio di Twitter.

140 secondi come 140 caratteri. Non c'è molta differenza tra la maniera in cui Jacopo Alighieri racconta la sua vita e il linguaggio condensato, veloce, sintetico e ipertestuale di Twitter (o dei social network in generale).

Il protagonista adatta il suo modo di pensare e il suo linguaggio per condividere le sue storie sul web. Problemi di ogni giorno come la ricerca di un lavoro, le difficoltà economiche o l'esaltazione sentimentale sono i temi che vengono affrontati con leggerezza e ironia.

140 secondi è una serie prodotta da Cross productions, scritta, diretta e interpretata, nel ruolo di protagonista, da Valerio Bergesio e basata sul format originale francese “Bref”.

Storie autoconclusive legate tra loro. 

Gli episodi di 140 secondi sono autoconclusivi, pertanto possono essere visti indipendentemente l'uno dall'altro. Tuttavia, la visione complessiva e sequenziale degli episodi forma una trama precisa. Questo tipo di struttura è molto complessa da realizzare perché offre allo spettatore diversi livelli di lettura. In pratica la serie è stata concepita per fidelizzare un pubblico molto ampio, ma può rivolgersi perfettamente anche al fruitore occasionale.

Tra cinema e web.

Narrazione e ritmo sono molto veloci e richiamano lo stile dei videoclip musicali, dei trailer e dei video virali sul web.
Tuttavia, una cura particolare della fotografia e della regia conferiscono al prodotto una forte impronta cinematografica.
La presenza quasi costante di grafiche, effetti visivi e animazioni, richiamano invece il linguaggio della pubblicità.
140 secondi si diletta a usare diversi registri dell’audiovisivo con coerenza e voglia di divertire.
Un codice dinamico e scanzonato che si modella alla grammatica del web allo scopo di produrre un racconto denso, sinottico, leggero e ipertestuale come quello che, ormai, caratterizza il nostro modo di comunicare su internet, che è entrato a far parte anche della vita reale.

Fondamentalmente vogliamo divertire.

La serie racconta, attraverso piccoli frammenti di quotidianità, la vita di un quasi trentenne nell’Italia di oggi.
Un primo appuntamento, un colloquio di lavoro, una festa, un licenziamento, l'inizio o la fine di una relazione, svelano, nell’arco della serie, abitudini, costumi, sfera pubblica e privata del nostro paese.
Detto questo, la forza di 140 secondi risiede fondamentalmente nella sua leggerezza, dalla quale si può evincere il ritratto più ampio di un paese in balia di mille incertezze, ma che, nonostante i suoi problemi, non vuole darsi per vinto.


CAST ARTISTICO

Jacopo Alighieri
Valerio Bergesio
Giusy
Antonella Attili
Sergio
Enrico Chirico
Adele
Lorena Cacciatore
Marta
Alessia D’Anna
Marco
Jacopo Venturiero
Ivano
Adolfo Margiotta
Sabrina
Lidia Vitale
Padrona di Casa
Maria Toesca
Luca
Nick Russo
Alice
Martina Galletta
Psicologo
Stefano Moretti
Nonna
Anna Bufacchi
Nonno
Dante Biagioni
Ludovica
Valentina Di Sarno
Samantha
Roberta Garzia
Claudia
Anna Terio
Direttore
Maurizio Di Carmine
Giovanni
Riccardo Marzi
Sandro
Francesco Nicolai

CAST TECNICO

Regia
Valerio Bergesio
Con la collaborazione di
Marcello Saurino

                              Direttore della Fotografia
Marisa Vallone
Edoardo Carlo Bolli
Scenografia
Giuliana Lipparini
Costumi
Sara Fanelli
Montaggio
Giulio Tiberti
Casting
Roberta Corrirossi
Fonico
VFX
Fabio Conca
Leonardo Siniscalco
Produttori Esecutivi
Marianna De Liso
Valerio Bergesio
Alessandro Passadore
Responsabile co-produzioni
Responsabile editoriale Cross Productions
Giuseppe Proietti
Ludovico Bessegato
Produttori Rai Fiction
Leonardo Ferrara
Alessandra Ottaviani
Prodotto da
Rosario Rinaldo  
per CROSS PRODUCTIONS
In collaborazione con
RAI FICTION
Ufficio Stampa Cross Productions
Ni.Co Srl – Nicoletta Strazzeri

martedì 26 maggio 2015

Concerti in Toscana: le date di giugno.


Vasco Rossi: 12-13 giugno a Firenze (Stadio Artemio Franchi)
Dopo l'uscita del suo ultimo album "Sono innocente", lanciato dal singolo "Come Vorrei", Vasco Rossi passa dagli stadi di tutta Italia per raccontare ancora qualcosa di nuovo su di sè attraverso la musica e la poesia.




Television: performing Marquee Moon, 17 giugno (Teatro Romano di Fiesole)
La musica dei Television ha sempre seguito direzioni non convenzionali, gettando le basi per molte band punk-rock degli anni '70 e inizio anni '80.



Patti Smith: Horses Tour 2015 18 giugno (Firenze, Teatro Le Molina)
Nel 1975 usciva "Horses", primo album di Patti Smith. In questo concerto la cantautrice americana e la sua band ripercorrono 40 anni di questo disco, che è considerato una vera e propria pietra miliare della storia del rock.



Tiziano Ferro: 23 giugno (Firenze, Stadio Artemio Franchi) Lo Stadio Tour
Dopo due anni di assenza dai palchi italiani, per la prima volta in tour negli stadi. Tiziano Ferro è un appuntamento da non perdere per l'estate 2015, visti i soldout degli anni precedenti.

Per info: bitconcerti.it







Lucca Summer Festival 2015: le date.

Lucca, Piazza Napoleone.

Luglio 2015:

1 luglio: Bob Dylan e Francesco De Gregori
5 luglio: John Legend (opening Act FYFE)
7 luglio: Los Lobos
8 luglio: Paolo Nutini (special guest Alabama Shakes)
9 luglio: The Script
10 luglio: Billy Idol (Kings & Queens of the Underground Tour 2015)
11 luglio: Elton John and his band (Unica data italiana)
20 luglio: Ms Lauryn Hill
22 luglio: Mark Knopfler (an evening with Mark Knopfler and Band)
23 luglio: Robbie Williams (Let me Entertain You Tour 2015) - Unica data italiana

24 luglio: Fedez & J-AX
26 luglio: Lenny Kravitz (special guest Gary Clark Jr)
28 luglio: Snoop Dogg and Marcus Miller

Per info: 0584/46477
dalessandroegalli.com




Premio Simpatia 2015 - alla Protomoteca del Campidoglio Roma

                                                             Roberta Lanfranchi

L’evento, presentato da Roberta Lanfranchi e Pino Strabioli, premierà le Forze dell’Ordine, l’Ambasciatore del Kuwait Sheikh Ali Khaled Al Sabah e il Procuratore Generale facente funzioni presso la Corte d’Appello di Roma Antonio Marini.  


Il Premio Simpatia, ideato dal celebre studioso della romanità Domenico Pertica, è diventato oramai uno dei simboli della Città Eterna e per questo definito “l’Oscar Capitolino”sarà presieduto dall’Assessore alla Cultura e Turismo Giovanna Marinelli. Ricca e articolata la rosa dei 41 premiati che affolleranno le diverse categorie selezionate da illustri e noti giurati come Carlo Verdone, Christian De Sica, Renzo Gattegna, Bruno Piattelli, Verdiana Bixio, Pippo Baudo, Giorgio Assumma, Alessandro Nicosia, Nicola Maccanico, Carlo Gianni, Simona Marchini, Marisela Federici, Athos De Luca, Gigi Proietti e Micol Fontana.

                                                                 Carmen Consoli

La vincitrice del premio 2015 è Carmen Consoli:

"Con i suoi album ha conquistato 12 volte la top-ten italiana e dal 1995 ad oggi alcuni tra i più prestigiosi premi e riconoscimenti nazionali incluse tre partecipazioni al Festival di Sanremo con i brani “Amore di plastica”, “Confusa e felice” e “In bianco e nero”. Traguardi a cui vanno aggiunti un David di Donatello e due Nastri d'argento. Per questo motivo la prestigiosa giuria della 45esima edizione del Premio Simpatia ha deciso di assegnare alla grande artista siciliana la preziosa rosa dello scultore Assen Peikov, simbolo del premio. Ma il prossimo 27 maggio, alle ore 18, nella prestigiosa Sala della Protomoteca del Campidoglio il particolare riconoscimento oltre alle eccellenze italiane premierà i talenti sommersi e le storie umane che rappresentano il silenzioso cardine, spesso dimenticato, del vivere quotidiano e che sono come sempre i protagonisti dell’originale kermesse."


Per letteratura e giornalismo Claudio Cerasa, direttore de “Il Foglio”, le scrittrici Igiaba Scego, Giulia Fiore Coltellacci e Mariarita Pocino. Per la medicina, ricerca e università il neurochirurgo e professore Antonino Raco. Per lo spettacolo, teatro e cinema premi a Alba Rohrwacher, Milly Carlucci, Claudia Pandolfi, Saverio Costanzo, Vincenzo Salemme, Claudio Santamaria e Maurizio Mattioli. Per la musica, oltre alla Consoli, premio a Lorenzo Porzio, direttore dell’Orchestra Filarmonica di Roma e campione olimpionico di canottaggio. E ancora per le storie riconoscimenti a Gabriele De Santis detto “Er Faciolo”, storico bruscolinaro dei cinema della Garbatella, a Gianfranco Gramola - un trentino innamorato di Roma - per “Interviste Romane”, a Fabrizio Pulvirenti, medico di Emergency guarito da Ebola, e a Barikamà: startup (Yogurt a domicilio) realizzata dal ventottenne maliano Suleman Diara insieme ad altri ragazzi africani. Per la solidarietà premio a Silvia Frenquelli che si occupa di clown terapia, a Honey Sport City, città dello sport per l’integrazione sociale senza barriere e a Mario Tronca, presidente “Associazione Cristiana Italia - Ucraina”. Per lo sport Carolina Kostner e Dino Zoff. Per il management premio a Catia Tomasetti, presidente Acea. Per moda e artigianato premio allo stilista Camillo Bona. Per l’architettura e l’arte Gihane Zaki, direttore Accademia d’Egitto a Roma, Marco Pizzo, vice presidente Museo centrale Risorgimento italiano, all’archistar Guendalina Salimei per il “Chilometro verde Corviale” e ai sei progetti di Street Art che hanno ridisegnato e colorato le periferie romane: Lanificio Factory per “Urban Breath Project”, Wunderkammern per “Light up Torpigna”,TorpignaLab per “il mural della memoria migrante”, 999 Contemporary per “Big city life”, Pescerosso per “Ostiense District” e Walls per “SANBA” . La manifestazione, che sarà aperta e chiusa dal Gruppo Rinascimentale "Tres Lusores" di Cori, è stata realizzata con il patrocinio di Roma Assessorato Cultura e Turismo e della Regione Lazio. Un grazie a Publispei, Federalberghi Roma e a Poste Vita.




Premio Simpatia 2015
27 maggio, alle ore 18
Sala della Protomoteca del Campidoglio
Roma




















 





venerdì 8 maggio 2015

DEBORA'S LOVE, il nuovo spettacolo di Debora Caprioglio‏.



Un debutto nazionale attesissimo quello di giovedì 21 maggio al Teatro Tor Bella Monaca di Roma. Sul palcoscenico diretto dal felice sodalizio Alessandro Benvenuti-Filippo D’Alessio approda DEBORA'S LOVE, il nuovo spettacolo di Debora Caprioglio scritto insieme a Francesco Branchetti anche regista dello spettacolo. Uno spettacolo ricco di ironia e comicità. DEBORA'S LOVE è un viaggio brioso e divertente nella vita di un' attrice e delle sue passioni, pieno di ricordi e aneddoti esilaranti che Debora Caprioglio ha la capacità di raccontare, evocando un mondo ai più sconosciuto come quello del cinema, della televisione e del teatro. Prodotto dall’associazione culturale FOXTROT GOLF, dopo il debutto al Teatro Tor Bella Monaca, lo spettacolo sarà in tournée estiva in Italia. Tra racconti, motti, proverbi veneziani e non, Debora Caprioglio si svela con una sincerità a tratti stupefacente, il tutto sempre condito da grande senso dell'umorismo e da una verve non comune. Dall’infanzia ai suoi esordi fino al successo, tra grandi incontri ed episodi divertentissimi si snoda questo monologo pieno di ironia in cui l'attrice regala al pubblico un po’ di sé, ma soprattutto tanto divertimento e risate.


Le musiche sono firmate da Pino Cangialosi, le scene e i costumi sono di Clara Surro, l’aiuto regia è di Isabella Giannone.

Teatro Tor Bella Monaca
Via Bruno Cirino ang. Via Tor Bella Monaca
Roma
tel. 06/2010579
Botteghino: feriali 18-21.30   festivi 15-18.30
Biglietti: 10 euro/ridotto 8,00 euro
Orario spettacoli: Martedi-Sabato ore 21.00 - Domenica ore 17.00