sabato 3 gennaio 2015

Adelmo Togliani ne "L’anno che verrà" all'Ara Pacis Roma



L’ANNO CHE VERRA’

Nell’ambito della rassegna NATALE NEI MUSEI promossa da Zètema Progetto Cultura s.r.l. in collaborazione con Roma Capitale, DOMENICA 4 GENNAIO 2015 presso l’Auditorium del Museo dell’Ara Pacis – Via di Ripetta 190, si terrà il concerto del BASSVOICE PROJECT “L’anno che verrà”. Fasi e autori della canzone italiana e internazionale si alterneranno con brani e monologhi tratti dalla letteratura teatrale e cinematografica, il tutto con un uno grande denominatore comune: il FUTURO. Il concerto è una produzione della I&B Italia, realizzato in collaborazione con Culture Club Communications.

Info: 060608

Location: Auditorium dell’Ara Pacis – Via di Ripetta 190

Data dell’evento: 04-01-2015

Inizio concerto: ore 21,00.

Ingresso: libero fino ad esaurimento posti

L’ANNO CHE VERRA’
I due musicisti Pippo Matino e Silvia Barba con il loro consolidato BASSVOICE PROJECT celebrano l’arrivo del nuovo anno incontrando l’attore e regista Adelmo Togliani. I tre artisti verranno affiancati dal trombone Jazz di Roberto Schiano per un evento speciale di musica e teatro. Insieme, infatti, attraverseranno fasi e autori della canzone italiana e internazionale alternandosi con brani e monologhi tratti dalla letteratura teatrale e cinematografica, il tutto con un uno grande denominatore comune: il FUTURO. Quello prossimo, più intimo e personale dei cantautori come Luigi Tenco con la sua pietra miliare come Vedrai e con la meno conosciuta Il tempo dei limoni a quello più futuristico di Lucio Dalla con brani come Futura o L’anno che verrà, ma anche quello di Fossati con La musica che gira intorno o a quello malinconico ma pieno di speranza interpretato da Ornella Vanoni con Domani è un altro giorno.
E’ un incontro di generi, di prospettive, di emozioni che scaturiscono dalla musica ma anche dall’interpretazione di brani teatrali e cinematografici letti dall’attore Adelmo Togliani, che con il suo stile ironico, dissacrante, e cosi versatile, alternerà letture da classici di Gibson e Dick, ma anche di autori non propriamente di fantascienza ma con una visione sul futuro, vedi Ernest Cline o Castronova. Dunque qualcosa di più di un concerto o di un reading teatrale, ma un momento sinergetico fra musica e spettacolo dal vivo, fra canzone e recitazione, tra visionarietà e realismo.
Ufficio Stampa: Dario Schimizzi
Cell. 328 5313090
dario.schimizzi@cultureclub.it